Browsing Tag

londra

Healthy

15 IDEE PER PREPARARE L’ACQUA AROMATIZZATA A CASA

19th giugno 2017
acqua aromatizzata

Bere bere bere… ma perché é cosi noioso bere! Mi riferisco all’acqua ovviamente… 😀

Senza acqua non funziona niente. Corpo e mente sono come abbandonati a se stessi, ma sono qui per fare l’elenco dei benefici dell’acqua perchè li conosciamo bene.

Ormai conosciamo tutti la regola degli otto bicchieri di acqua al giorno; ma non è un limite anzi è meglio dire bere ALMENO otto bicchieri di acqua di giorno…

Io bevo regolarmente ma a volte ho dei periodi in cui mi devo ricordare di bere e se non ho l’acqua a portata di mano alzarmi per riempire un bicchiere d’acqua è un’impresa difficile. Poi peró mi riprendo subito perchè avverto subito le conseguenze negative come stanchezza, mal di testa ecc…

Bere acqua dalla bottiglietta aiuta ad affrontare questo grosso sacrificio. Ma da oggi non sará piú noioso assumere la giusta quantitá di acqua se questa ha un gusto.

Ultimamente un’altra delle mie fisse é l’acqua aromatizzata. É un vero piacere per dissetarsi, per rinfrescarsi ed un’idea molto cool da presentare quando si apparecchia la tavola per gli  ospiti.

E fu cosi che l’acqua prese un sapore…

Ecco alcune ricette che di solito preparo. Il procedimento é uguale per tutte: basterá aggiungere i seguenti ingredienti in una bottiglia o caraffa d’acqua e riporla in friglorifero per almeno un’oretta. Piu’ tempo riposa piú intenso sará il sapore, nulla toglie che puó essere consumata sin da subito.

 

CETRIOLO – LIMONE E MENTA

ACQUA AROMATIZZATA - WATER INFUSION

ZENZERO E MELA

ACQUA AROMATIZZATA - WATER INFUSION

ALTRE IDEE:

  1. LIMONE  MENTA E MIRTILLI

  2. MELA E CANNELLA

  3. FRAGOLA E LIME

  4. MANGO E PAPAYA

  5. FRAGOLE E BASILICO

  6. TIMO E LIMONE

  7. ANGURIA E MENTA

  8. ZENZERO 

  9. LAVANDA

  10. LIMONE E BASILICO 

  11. KIWI E LIMONE

  12. CILIEGIE

  13. ROSMARINO E LAVANDA

Poiché io vi voglio tutti ben idratati, ho preparato per voi un PDF da stampare.

Istruzioni per l’uso: tenere sul tavolo, sulla scrivania, a scuola, all’universitá, in borsa… ovunque! In questo modo non avrai piú scuse e controllerai il tuo livello di idratazione giornaliero. Basterá cancellare il bicchiere ogni volta che avrai bevuto; a fine giornata i bicchieri dovranno essere tutti cancellati e continua a bere!!!! Che non fa male!

STAY HYDRATED AND PRINT ME!

D R I N K   M O R E   W A T E R . . .

With Love, Ross.




Food

OVERNIGHT PORRIDGE – COME PREPARARLO PER UNA COLAZIONE SANA

6th giugno 2017
overnight porridge - fiocchi d'avena

Dunque…vorrei una colazione che:

  1. sia giá pronta al mio risveglio, come in albergo.

  2. rispetti la mia alimentazione povera di grassi e riccha di nutrienti.

  3. sia perfetta per il lavoro ed il pre workout.

  4. sia gustosa e non triste.

  5. facile e veloce da preparare.

  6. che possa farmi dormire fino all’ultimo minuto e trasportarla in borsa. 

Forse non tutti gli essere umani desiderano queste tre cose ma sono sicura che il 70% lo pretende. Se state pensando che venga qualcuno a prepararvela, vi sbagliate. Lol!

Basterá impiegare cinque minuti del vostro tempo la sera, prima di andare a letto.

Fino ad ora vi ho ossessionato le mattine con i porridge in versione classica. Da oggi vi perseguiteró con questa versione da frigo che vi attende dopo una lunga notte di riposo.

Sono un irrefrenabile ”porridgista”! Quando ero in Italia giá mangiavo l’avena a colazione, non sempre, ma era presente nel reparto cereali e cose per la colazione, della mia cucina. In Inghilterra sono proprio passata al partito dei ”porridgisti”.

Per me compro il porridge senza glutine e come avrete visto nei post precedenti, oltre alla colazione, ci faccio anche delle torte light, perfette per la mia dieta fit infrasettimanale.

Ma oggi signore e signori vi mostreró questa nuova tentenza in casa nonnaCool: l’overnigt otmeal, che detto tra noi, é il porridge (avena) preparato la sera prima giá con tutti gli ingredienti e lasciato in frigo a riposo tutta la notte.

In questo modo l’avena assorbirá tutti i liquidi e prenderá il sapore della frutta. La mattina sará un vero piacere gustarvi questa colazione sana!

INGREDIENTI:

  • 4 cucchiai di fiocchi d’avena (a persona)

  • Latte vegetale quanto basta (alternativa anche latte vaccino)

  • 2 cucchiai di Yogurt 

  • 1 cucchiaino di semi di chia

  • 1 cucchiaino misto di semi di : girasole – lino – zucca

  • Una manciata di bacche di Goji

  • Miele

  • Frutta a piacere.

PROCEDIMENTO:

In un vasetto capiente o una tazza alta, aggiungere i quattro cucchiai di avena, i semi di chia, la frutta a scelta tagliata a pezzetti e lo yogurt.

Mescolare il tutto con il latte, assicurandosi che il latte penetri fino in fondo e venga assorbito da tutti i fiocchi d’avena, soprattutto quelli sul fondo.

Il porridge non deve essere secco, perché durante la notte assorbirá tutto il latte, quindi abbondare con il liquido senza problemi. Chiudere con coperchio o pellicola e riporre in frigo per tutta la notte.

La mattina guarnire con i semi di girasole, lino e zucca; aggiungere qualche manciata di bacche di Goji ed un pó di miele. 

Per i dormiglioni si consiglia di dormire fino all’ultimo minuto e portare a lavoro il porridge.

Ecco come li ho preparati io:

overnight porridge - fiocchi d'avena

Con banana e kiwi

overnight porridge ricetta

Fragole e banana

 

With Love, Ross




Food

TORTA DI PORRIDGE – RICETTA FIT

26th maggio 2017
TORTA DI PORRIDGE

Da quando ho messo piede in questa nazione, l’Inghilterra,  io ed il Porridge abbiamo stretto amicizia. Chi mi segue su instagram e facebook ormai conosce bene le mie healthy colazioni con porridge preparato in vari modi.

Almeno una volta al giorno mi viene chiesto: “ma cos’é il porridge e perché lo mangi tutti i giorni?”

Sono i fiocchi di avena!

Il porridge fa bene? SI!!! Perché una ciotola di porridge oltre alla bontá ci fornisce una carica di vitamine, fibre, carboidrati, sali minerali e la mattina e un toccasana per tutti!

Esiste anche la versione senza glutine per non tenere in disparte gli amici gluten free.

Dopo una breve lezione sul porridge andiamo a preparare LA TORTA DI PORRIDGE!

É una ricetta FIT, senza glutine, senza lievito, senza lattosio e senza burro; infatti ho sostituito il burro con la banana.

Non é una torta che cresce tanto e la consistenza é compatta e leggermente umida. Perfetta da mangiare con yogurt o da inzuppare nel latte o tea.

 Mangiare una, due, tre fette di torta al porrige la mattina o al pomeriggio senza scrupoli? Con la Ross si puó! 

INGREDIENTI:

  • 100 gr fiocchi di avena

  • 200 gr di farina

  • 350 ml di acqua

  • 120 gr di banana matura

  • 100 gr di zucchero

  • 2 uova

  • 80 gr di uvetta

  • 1 cucchiaino di cannella

  • essenza di vaniglia

  • mezzo chUcchiaino di sale

  • 1 cucchiaino di bicarbonato di sodio.

PROCEDIMENTO:

Prima di tutto preparare il porridge quindi  bollire l’acqua e versarla in una ciotola con il porridge. Lasciare in ammollo per venti minuti cosí i fiocchi assorbiranno tutta l’acqua.

In una terrina, schiacciare la banana con una forchetta fino ad ottenere una consistenza cremosa, poi unire lo zucchero ed amalgamare con le fruste elettriche. Poi unire le uova ed in seguito il porridge, la vaniglia e la cannella; mescolare bene.

A parte unire la farina con il sale ed il bicarbonato, aggiungerli al composto di porridge. Infine aggiungere l’uvetta ed amalgamare.

Mettere l’impasto in una teglia da plum cake ed infornare a 180 gradi per 20/25 minuti. 

*se si dispone di una teglia rotonda una con diametro 20cm o 23 cm andrá bene lo stesso.

TORTA DI PORRIDGE

Vi è piaciuta la mia ricetta? Datemi vostre notizie nei commenti e seguitemi sui vari social per tenerci in contatto. Thank you!!

With Love, Ross

Lifestyle

MAMMA GUARDA! INDOSSO LA TUA GONNA DI 35 ANNI FA.

12th maggio 2017
pizzo nero

”Mamma mostrami i tuoi abiti e capiró com’eri”.

Questa é la storia delle nostre mamme prima di dare vita alla nostra generazione, quando erano loro le giovani ragazze, la nuova generazione prima della nostra.

1982, esattamente un anno prima che nascessi, una ragazza anzi signora da poco, si reca a fare shopping ed acquista una gonna nera di pizzo chantilly con la fodera di raso nero dal taglio obbliquo.

Nel 2017 quella che era una sposina, oggi è una mamma di tre figli: Rossella 33 anni, Raffaella 27 e Carmine 26. Esatto sono io la primogenita. Qualche settimana fa, mentre ero in Italia, mi chiede piú volte di andare su in mansarda per dare un’occhiata a dei suoi vestiti che ha conservato per noi. La sua espressione non è per niente convincente, sembra dire: “sono sicura che non ti piaceranno ma dacci un’ occhiata lo stesso”.

 35 anni dopo apriamo quella scatola, come un tesoro nascosto, da cui esce un sacchetto per deodorare i panni che ormai il suo lavoro l’ha fatto, insieme a una serie di abiti perfettamente piegati e ben conservati che sanno di chiuso, di gioventù e di ricordi.

Spunta fuori questa gonna. É di pizzo! E quando io vedo pizzo, non resisto! Morbido, lucido ed il taglio della gonna mi piace! Rispecchia in pieno il mio stile!

Da una gonna capisco tante cose, riesco a vedere un po’ di lei, dei suoi anni, di cosa avrebbe potuto fare con quella gonna. Sembra una babanalitá ma la storia si cosrtuisce a pezzi. Io, che vivo di immaginazione, inizio il mio viaggio nel passato mentre apro e guardo quella gonna; pian piano l’immagine di me svanisce e mi ritrovo a guardare lei 35 anni fa che cammina per le strade magari andando ad un matrimonio, o semplicemente alla festa del paese. 

Guardo anche troppe pubblicitá, questa scena è quella della pubblicità di Dolce & Gabbana con la signora in abito di pizzo nero che cammina per le strade Siciliane.

Ritorno nel 2017, mi rivolgo a mia madre con tono imperativo ed esclamo: “questa é mia subito!”. I suoi occhi brillano e la sua insicurezza svanisce in un sorriso.

L’ho portata a Londra e l’ho indossata dopo pochi giorni, ricevendo un sacco di complimenti.

Con una sequenza di immagini, vi mostro come una gonna così elegante possa essere versatile e come l’ho resa meno impegnativa in modo da non dover per forza aspettare l’occasione giusta per indossarla. Carpe Diem!

ONE…

pizzo nero

Il mio tipico style fashion casual.

La indosso insieme ad una giacca che ho acquistato recentemente da H&M, una blusa bianca e le Adidas Stan Smith acquistate presso lo store Adidas, un giorno fa.

Cosí ci vado ad un appuntamento di lavoro easy, ma anche ad un meeting tra amici, ad una festa di compleanno. Quasi ovunque!

TWO…

gonna e tacchi

Lo stesso outfit, adesso diventa importante. Indosso i déolleté di Reiss acquistati l’anno scorso per il matrimonio della mia amica Cinzia. 

gonna e stan smith

Il mio segreto dei tacchi in borsa.

Questo è il segreto di chi é fuori tutto il giorno e non ha tempo di cambiarsi per un’occasione speciale. Basterà trasportare con sé un paio di scarpe in più per fare un cambio di stile.

THREE…

gonna maglioncino

A Maggio, quando dovrei dare spunti per outfit estivi, io devo sempre considerare l’opzione maglioncino che in Inghilterra vale per dodici mesi.

Poi mi piace tanto indossare una gonnna elegante con un maglioncino!

FOURTH…

stan smith stylegonna pizzo

Il total black ha sempre il suo perche’…

Versione comoda fashion casual + versione scomoda tacchi 😀

Gli outfit sono finiti, penso che per i prossimi 35 anni, questa gonna sarà spesso sotto i riflettori.

Ma alla fine perchè ho scritto questo post? Veramente solo per mostrare una bella gonna? No! C’é di piú dietro ad un pizzo nero. 

Per la festa della mamma, voglio ricordare a tutte le mamme, che per quanto noi possiamo sembrare interessate ad altre cose o magari prese dalla nostra vita intensa e spesso stressante, per noi é importante conoscere ogni cosa della vostra vita prima di noi. La loro storia per intenderci. Raccontare e condividere la propria storia con i figli, ormai adulti, é la base. D’altronde anche a scuola ci fanno studiare la storia per capire il presente. Noi figli siamo il frutto della storia delle nostre mamme (e papá), parlateci di voi e noi conserveremo ogni dettaglio.

With Love, Ross♥

stan smith

Food

TAGLIATELLE AL PESTO DI BARBABIETOLA ROSSA E FORMAGGIO DI CAPRA

8th maggio 2017
pesto di barbabietola

Il pesto di barbabietola rossa ha un gusto cosí raffinato che non si puó non provarlo in questa vita. I ”pesto lovers” ameranno questa ricetta perché é una vera goduria. E’ una ricetta veloce da preparare ed é ricca di proprietá benefiche. Le barbabietole rosse sono ricche di fibre, sali minerali, vitamine e perfette per tutti dai grandi ai bambini.

E’ tempo di primavera, cambia la stagione ed anche il mio menú! Non sono un mangiona di pasta, in realtá vorrei mangiarla tutti i giorni, ma evito perché seguo una dieta a basso contenuto di carboidrati. Una volta a settimana ho il mio ”pasta day”, in questa giornata mangiare un piatto di pasta, al pesto, al sugo, lasagna qualsiasi essa sia é d’obbligo; posso solo mancare a questo appuntamento se mangio una pizza.

Questa volta volevo provare qualcosa di nuovo, una pasta sfiziosa da poter proporre sia sul blog che ai miei ospiti. Ultimamente sono persa nel mondo delle barbabietole rosse. Fino a qualche anno fa non le amavo pazzamene, poi le ho riscoperte cucinandole in vari modi sfiziosi e questa settimana in particolare ho fatto una bella scorta perché ci preparo anche dei succhi homemade, cosi come i miei shake proteici che nelle storie di Instagram suscitano tanto interesse.

Ho anche trovato le tagliatelle senza glutine  da Tesco (supermercato inglese), doppia felicita!!

Ingredienti:

  • 300 gr barbabietole rosse

  • Qualche foglia di basilico

  • 30 gr Parmigiano Reggiano

  • 30 gr Pinoli

  • Formaggio cremoso di Capra o altro.

  • Succo di mezzo limone

  • Sale

  • Pepe

  • Olio di oliva

  • Tagliatelle 

Procedimento:

Prima di tutto cuocere le barbabietole, una volta fatto questo pulitele e fatele raffreddare. Potete anche usare quelle precotte.

Tostare i pinoli in un filo d’olio, devono essere dorati.

In un mixer unite le barbabietole rosse tagliate, il basilico, pinoli, sale, pepe, il succo di limone, olio di oliva. L’olio di oliva, quanto basta per ottenere una crema che abbia la classica consistenza del pesto al basilico. Poi aggiungete il formaggio di capra e riavviare il mixer per amalgamare il formaggio con il pesto.

Cuocete le tagliatelle, scolatele e saltatele con il pesto rosso senza farlo asciugare troppo.

Decorare il piatto con qualche foglia di basilico.

With Love, Ross ♥

pesto di barbabietola

Food

LASAGNA DI LENTICCHIE ROSSE | PER UNA DOMENICA HEALTHY

19th febbraio 2017
La lasagna di lenticchie rosse é leggera, ricca di proteine ed ha un gusto molto particolare!  Adatta a vegetariani e per chi non fa un consumo costante di carne. Inoltre, puó essere adatta a celiaci se, come ho fatto io, si sostituisce la sfoglia di pasta normale con quella senza glutine.
Ho appena finito di mangiare questa lasagna speciale che é il risultato di un esperimento ben riuscito e che rifaró per i prossimi dieci anni.É troppo buona!!
Molto facile da realizzare, infatti é adatta a chi la domenica preferisce dormire un’ora in piú, invece di svegliarsi all’alba per preparare il ragú come nonna ci insegna.

Ingredienti:

  • 500 gr Lenticchie rosse

  • 1 kg Sfoglia di pasta normale o senza glutine

  • Mozzarella o altri formaggi alternativi

  • Parmigiano Reggiano

  • 2 Litri Passata di pomodoro

  • 2 peperoni rossi lunghi

  • 1  Scalogno

  • 3 Carote

  • Basilico

Per la besciamella:

  • 1 lt di Latte

  • 70 gr di farina o senza glutine

  • 50 gr di burro

  • 1 pizzico di noce moscata

  • pepe q.b.

Procedimento:

Preparare la besciamella: sciogliere il burro, aggiungere la farina e girare con una frusta per evitare la formazione di grumi. Quando sará dorata aggiungere il latte riscaldato, un pizzico di noce moscata, pepe, sale e mescolare fino a raggiungere la densita desiderata. La consistenza della besciamella é consigliabile lasciarla abbastanza liquida e non troppo densa. Coprire con pellicola e tenere da parte.
Preparare il ragú di lenticchie rosse: preparare un battuto di scalogno, carote e peperoni rossi. Soffriggere con olio in una pentola campiente, antiaderente. Aggiungere prima la passata di pomodoro, poi le lenticchie precedentemente sciacquate sotto l’acqua corrente ed un bicchiere d’acqua. Salare, aggiungere basilico e cuocere a fuoco lento per circa 30 minuti. Girare spesso e controllare se c’é bisogno di aggiungere altra acqua, le lenticchie aumentando il loro volume, asciugano il sugo.ragú di lenticchie rosse
Assemblare la lasagna: sbollentare le sfoglie di pasta per un paio di minuti. In una teglia con bordi alti, fare una base di burro per evitare che si attacchi tutto. Iniziare con un mestolo di ragú di lenticchie, poi seguire questa scaletta:
  1. sfoglia di pasta
  2. ragú di lenticchie
  3. besciamella
  4. mozzarella o formaggio alternativo
  5. parmigiano reggiano
  6. e poi di nuovo sfoglia…
  7. finire con lo strato di ragú, besciamella mozzarella e parmigiano.
Infornare a 180 gradi per circa 30 minuti.

 

lasagne di lenticchie rosse

Risultato super, sono sicura che anche alle nonne piacerá questa Lasagna! Non vedo l’ora di tornare in Italia e presentarla alle mie nonne.
Ormai é chiaro che io e le lenticchie rosse abbiamo un buon feeling, clicca qui per vedere altre ricette.

With Love, Ross ♥

lasagna di lenticchie rosse

FOLLOW ME ON:

 

Iscriviti alla newsletter e restiamo in contatto!

Food

ZUPPA DI LENTICCHIE ROSSE E PAPRIKA AFFUMICATA,LA RICETTA CHE SCALDA IL CUORE!

28th gennaio 2017
zuppa di lenticchie
Vi presento la ricetta che ci scalderá il cuore, la mente ed il corpo. Il suo colore porta vivacitá a tavola ed il suo sapore rilassa le menti stanche e stressate, dopo una lunga giornata e gelida.
Ma cos’é? É la zuppa di lenticchie rosse al profumo di rosmarino insaporita dal pimentón. Il pimentón é una spezia di origine spagnola, sarebbe la paprika affumicata; Io la uso in tante ricette, il suo gusto lo associo a quello della pancetta affumicata.
Le lenticchie rosse invece, fanno molto bene e sono ricche di proprietá benefiche ed a differenza delle altre lenticchie, si cucinano velocemente. La zuppa di lenticchie rosse é un piatto altamente proteico, quindi indicato anche per chi segue una dieta sportiva ricca di proteine, per i bambini, e per gli intolleranti al glutine come me.
Questa é l’ultima ricetta prima di partire per il viaggio di nozze, poi ci risentiremo tra un paio di settimane. Non preoccupatevi se non avrete mie notizie… mi sto solo godendo la vita!

Ingredienti:

  • lenticchie rosse
  • cipolla bianca
  • due carote
  • rosmarino
  • paprika affumicata /normale
  • olio extravergine di oliva

Procedimento:

Lavare sotto l’acqua rorrente le lenticchie. In una pentola unire le lenticchie con la cipolla e le carote ben sminuzzate.
Aggiungere del rosmarino, salare e coprire con acqua, superando di poco il livello delle lenticchie. Coprire con il coperchio e cuocere per circa 20 minuti di cui, i primi 5 minuti a fiamma alta, poi a fuoco basso. Leggere comunque i tempi di cottura della confezione. Aggiungere acqua calda se necessario.
A cottura ultimata aggiungere un cucchiaino di paprika affumicata o paprika normale, un filo d’olio e servire il piato caldo.
Secret: potete sostituire la paprika con un pó di piccante se preferite.
Styling: decorare il piatto con un rametto di rosmarino ed una spolverata di paprika prima di servire.
With Love, Ross♥

zuppa di lenticchie rosse

SEGUIMI ANCHE SU:

 

Iscriviti alla newsletter!

Lifestyle

MINCE PIE – IL DOLCE DI NATALE DEGLI INGLESI

15th dicembre 2016

Oggi ho pubblicato una foto sui miei profili Instagram e Facebook mentre mangiavo una Mince Pie e molte di voi mi hanno chiesto la ricettina, allora ho mandato una serie di messaggi whatsapp  alla mia amica Inglese Katy che mi ha svelato la sua ricetta segretissima. Per chi non lo sapesse, la mince Pie é un dolce tipico inglese che viene consumato nel periodo Natalizio e noi che siamo cool lo prepareremo insieme ai dolcetti Italiani.

Cosa ci serve:

Pasta frolla (rotolo o fatta in casa)

Ripieno o Mincemeat.

Pirottini o teglia da muffins

Forma tonda per tagliare i biscotti o un bicchiere largo.

Ingredienti per il ripieno

2 mele

2 pere

220 gr uva passa

110 gr uva sultanina

110 gr ribes/prugne/fichi (secchi) a scelta tra questi

succo e scorza di 1 limone

scorza e succo di 1 arancia

canditi 60 gr

zucchero di canna 180 gr

burro 60 gr

noci tritate 50 gr

1 cucchiaio misto di spezie (noce moscata + cannella + chiodi di garofano)

2 cucchiai di Brandy o Rum

Procedimento

Sbucciare e tagliare finemente le mele e le pere. In una pentola unire tutti gli ingredienti, tranne il Brandy e cuocere lentamente per circa 20/30 minuti fino a quando tutti gli ingredienti si saranno sciolti. A fine cottura aggiungere il Brandy o Rum e mescolare.

Tagliare la pasta frolla formando dei dischi, aiutandovi con un bicchiere o forma per tagliare i biscotti.e ricoprire il fondo e le pareti dei pirottini o di uno stampo per muffins (piccoli),va bene anche una teglia per i muffins. Aggiungete il ripieno e chiudete la superficie con un altro disco di pasta frolla.

Cuocere in forno preriscaldato a 180 gradi per circa 20/25 minuti.

Thank you Katy!

Styling: spolverare con zucchero a velo.

Secrets: servire le pies calde!

With Love 

Ross ♥

SEGUIMI ANCHE SU:

INSTAGRAM: NONNACOOL

FACEBOOK: NONNACOOLBLOG

YOUTUBE: NONNACOOLBLOG

#NONNACOOL

Food

INCREDIBILE! UNA PIZZA DI CAVOLFIORE…

6th dicembre 2016

La pizza di Cavolfiore é stata una grande scoperta! E’ una ricetta molto facile, perfetta per i curiosi e per chi come me segue un’alimentazione senza glutine. É perfetta per i bambini che pottranno mangiare le verdure in modo divertente. Il gusto é molto intenso ed ha una bella consistenza, che é difficile da ottenere quando si cucina senza glutine.  Servono pochi ingredienti ed anche poco tempo come la maggior parte delle mie ricette. Inoltre possiamo mangiarla senza sensi di colpa perché é molto leggera e potrete abbuffarvi all’infinito.

Ho preparato la pizza di cavofiore la scorsa settimana, ma solo oggi riesco a scrivere il post con la ricetta perché sono stata molto impegnata, i giorni volano ed il weekend ho avuto la brutta idea di andare a fare un pó di shopping sulla Oxford Streed qui a Londra.  A proposito di questo, volevo confessarvi che ho un blocco da shopping!! Ma com’é possibile?!! Secondo me troppi addobbi, persone, troppo tanto di tutto in una delle strade piú famose di Londra, in aggiunta nel periodo Natalizio. Forse sto invecchiando, o forse il food mi ha dato alla testa ed ho in mente sempre e solo ingredienti e non piú scarpe, vestiti ecc… passerá ne sono sicura.

Scusate lo sfogo, ora mi richiudo nella mia ricetta del cavolo, cioé con il cavolo volevo dire. Lol!

Ingredienti per due pizze

2 cavolfiori di gradezza media

2 uova

4 cucchiai farina di riso

verdure grigliate a piacere

mozzarelle

parmigiano

polpa di pomodoro

basilico, origano, sale.

Procedimento:

Pulire i cavolfiori eliminando le foglie verdi e tagliarlo grossolanamente togliendo la parte piú doppia, quella centrale.

Frullare, con un tritatutto o un frullatore,   i cavolfiori insieme alla farina di riso, sale, e uova fino ad ottenere una specie di impasto.

Dopo posizionare l’impasto su una teglia antiaderente e formare due basi compatte ed omogenee.

Cuocere le basi in forno preriscaldato a 180 gr per circa 15/20 minuti, fino a quando saranno dorate.

Condire le basi di cavolfiore con uno strato di pomodoro condito con olio di oliva, origano, basilico e sale, con le verdure grigliate , la mozzarella o formaggio a piacere ed il parmigiano. infornare le pizze per altri dieci minuti fino a quando la mozzarella non si sará sciolta.

Consiglio di tagliare pizze dopo  qualche minuto, quando saranno tiepide e non troppo calde.

Cavolo questa ricetta é facilissima!

Secrets: aggiungere un pó di parmigiano al cavolo prima di frullarlo.

Styling: sbizzarritevi con qualsiasi gusto e servitela anche come aperitivo.

With Love

Ross.

img_0433.jpg

img_0194.jpg

Seguimi anche su…

Instagram: nonnacool

Pagina Facebbok: nonnacoolblog

YouTube: nonnacool

Food

ZUCCA AL FORNO, CUCINALA COME VUOI!

5th novembre 2016

                                                                          Che buona la zucca!!                                                                              

♥♥♥

Per scrivere un post con tutte le cosine buone che si possono fare con la zucca, ci avrei impiegato due giorni minimo e non avrei mai potuto scrivere tutto; in questo posto ho raggruppato alcune ricette della zucca al forno con vari ingredienti. Purtroppo non ci sono tutte le foto perché spesso l’abbiamo divorata senza fare una foto prima.

Le zucche utilizzate sono principalmente due, quella rotonda e quella lunga che io conosco come butternut.

Questo piatto puó essere un antipastto, un contorno per quelli con me me anche uno snack soprattutto se e un avanzo!

Tutto facile, approfittiamo di queste zucche buonissime che ci orbitano intorno e facciamone un buon uso, é proprio il caso di dirlo.

ZUCCA AL FORNO CON PAPRIKA

Ingredienti

  • zucca
  • aglio
  • paprika
  • olio evo
  • sale e prezzemolo

Procedimento

Tagliare la zucca a fette grandi e spesse, non c’é bisogno di togliere la buccia, basterá solo eliminare i semini. Disponete le fette su una teglia larga anti aderente o ricoperta con carta da forno e condite con sale, spicchi d’aglio, prezzemolo ed un filo d’olio su ogni fetta. Infornate e cuocete fino a quando diventerá morbida, lo capirete quando la forchetta si infilerá facilmente. A fine cottura spolverate la paprika in superfice ed in fornate per un minuto, non di piú altrimenti la paprika diventerá nera.

ZUCCA AL FORNO AL PROFUMO DI ROSMARINO

Ingredienti

  • zucca
  • rosmarino
  • aglio
  • olio
  • sale, pepe
  • olio evo

Procedimento

Stesso procedimento della zucca alla paprika, sostituite la parpika con rami di rosmarino fresco da posizionare su tutte le fette prima della cottura.

ZUCCA AL FORNO ALLA CURCUMA

Ingredienti

  • Zucca
  • Curcuma
  • Olio
  • Aglio
  • Sale

Procedimento

Tagliare la zucca come le ricette precedenti e condire con sale, aglio ed infornare. In un bicchiere preparare un composto con uno/due cucchiaini di curcuma, prezzemolo ed olio di oliva, mescolare per bene e spennellare il composto sulla zucca a metá cottura ed infornate di nuovo.

ZUCCA AL FORNO PANCETTA E ROSMARINO

Ingredienti

  • Zucca
  • pancetta a fette sottili
  • rosmarino
  • aglio
  • prezzemolo
  • sale, pepe

Procedimento

Tagliare la zucca, condire con sale, prezzemolo, pepe, aglio ed infornare. Quasi a fine cottura aggiungere fette di pancetta su ogni fetta di zucca ed ultimare la cottura.

ZUCCA AL FORNO MIELE CANNELLA E CHIODI DI GAROFANO

Ingredienti

  • Zucca
  • cannella
  • miele
  • chidi di garofano
  • burro
  • sale

Procedimento

Tagliate la zucca e disponetela su teglia. Preparate un composto con burro, cannella, miele, chiodi di garofalo e sale; sciogliere tutti gli ingredienti nel burro e cospargere il composto sulla zucca. Infornare e cuocere fino a quando la forchetta  si infilerá  facilmente.

Secret: temperatura forno da 180 a 200 gradi, non aspettate che si facciano troppo morbide, é sempre piacevole avere una consistenza un pó piú duretta.

Styling: servire come contorno o come accompagnamento ad un taglliere di formaggi e salumi ed ovviamente vino rosso.

Visto quante ricettine facili facili da gustarvi e perché no da servire ai vostri ospiti!

With Love

Ros

 

Guarda tutte le ricette ed il mio lifestyle su:

INSTAGRAM: nonnacool

YOUTUBE: nonnacool

PAGINA FACEBOOK: nonnacoolblog

Enjoy this blog? Please spread the word :)

Close

Fatal error: Call to undefined function is_product_category() in /home/blastiko/public_html/wp-content/plugins/woocommerce-google-dynamic-retargeting-tag/wgdr.php on line 452